Via Giulia: la porta su Roma

Relais Giulia | Boutique Hotel nel centro di Roma

Se state facendo quattro passi per Trastevere, ed arrivate a piazza Trilussa non potete che scavallare Ponte Sisto, ed imbattervi in uno degli angoli più belli di Roma: tra via dei Pettinari e Piazza Pallotti comincia il primo passo di via Giulia, che per 950 metri vi distoglierà totalmente dal frenetico lungotevere dei Tebaldi e San Gallo.

Quattro passi per Via Giulia attraverso la storia di Roma.

Camminare per Roma è certamente una esperienza unica, ogni passo rappresenta una scoperta tra una storia secolare che si è accavallata tra muri e sampietrini, lasciando però  alcune tracce indissolubili nella mappa capitolina, come via Giulia.

Se ne trova traccia gia nelle mappe a cavallo del 1400, identificata come via magistralis, ma la vera rivalutazione della zona opera di Sisto IV che ne formò pavimentazione e struttura attuale rinominandola mercatoria perché legava il Vaticano ad una zona commerciale importante del mercato di Piazza Campo de  Fiori e Piazza Navona.

Da allora sono cambiate moltissime cose, come ad esempio il nome, e la gente che la vive in ogni istante. Unica cosa che non è cambiata è quella vista unica, che ti rivitalizza al mattino quando il sole splende alto nel cielo e fa capoccella da Palazzo Farnese, ed alla sera, quando il tramonto colora di rosso lo scorcio tra i palazzi verso Corso Vittorio.

Via Giulia è solo l’inizio del viaggio alla scoperta di Roma

Dal sito ufficiale dell’UNESCO risulta che al mondo ci sono 936 elementi di interesse artistico tra siti culturali (725), ambientali (183) e misti (28): L’Italia pare abbia 47 siti riconosciuti (di cui 44 culturali e 3 ambientali), un totale che farebbe quindi possedere al nostro paese il 5,02% dei siti sul totale.

Anche se questo numero sembra molto piccolo in realtà nella nostra penisola ci sono il maggior numero di punti di interesse qualificati dall’UNESCO, molti dei quali sono nel cuore di Roma, racchiusi all’interno delle mura aureliane (a sinistra del Tevere) e delle mura gianicolensi (a destra del fiume), comprende ben 25.000 punti di interesse ambientale e archeologico (non tutti qualificati UNESCO evidentemente)

close
Relais Giulia | Boutique Hotel nel centro di Roma

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER